Erogatori d'acqua in azienda, una scelta  sana e consapevole
28/08/2020

Erogatori d'acqua in azienda, una scelta sana e consapevole

La guerra alla plastica passa dalle nostre case, ma anche dalle aziende. Mentre in tutto il mondo si moltiplicano le denunce dei danni causati da questo materiale – anche sulla scia degli allarmi lanciati dalla giovane Greta Thunberg – le realtà più attente all’ambiente si mobilitano contro l’abuso di plastica. E rivedono non solo le modalità di produzione, ma anche lo stile di vita dei lavoratori. 
Una delle scelte messe in atto da Motor Power Company chiama all’azione i dipendenti e chiede loro di eliminare le bottiglie di plastica usa e getta in tutta l’azienda. Al contempo, sono stati installati erogatori di acqua filtrata e purificata e sono state distribuite bottiglie riutilizzabili in Tritan PBA free. Con un risparmio di circa 36.300 bottigliette, che si traducono in un risparmio di 1 tonnellata di petrolio, pari circa a 6 barili (equivalente al consumo pro capite di 6 mesi di un italiano). 
Inoltre, per la mancata produzione delle bottiglie si risparmia l’equivalente di 8,3 m3 di acqua (ossia il consumo medio mensile di una famiglia italiana). Un impatto importante, visto che per produrre una bottiglia d’acqua ne sono necessarie… almeno 6.